Mappa piano terra Mappa piano terra Ingresso storico Cortile dei Ticciati Corridoio dell'Opera Saletta introduttiva/Galleria delle Sculture Sala del Paradiso Sala dei frammenti Sala della Maddalena Cappella delle Reliquie Tribuna di Michelangelo Lapidarium storico Atrio del Teatro degli Intrepidi/Scalone nuovo

Galleria del Campanile

Primo Piano

La scelta della scultura come mezzo comunicativo fu ribadita nel programma del Campanile con le sedici statue monumentali e i cinquantaquattro rilievi esposti nell’attigua galleria, di cui il primo e più consistente nucleo fu realizzato a partire dal 1334 da Andrea Pisano con vari aiuti, tra cui il figlio Nino. I temi sono la profezia divinamente ispirata, evocata nelle figure di vati d’Israele e di sibille pagane, e la creatività umana, illustrata nei rilievi raffiguranti gli inventori biblici dell’agricoltura, della pastorizia e delle arti e delle professioni. Altri rilievi evocano gli influssi astrologici, le virtù teologali e cardinali, i sette sacramenti della Chiesa.
La disposizione dei rilievi segue l’ordine originale, cominciando dal lato ovest della torre campanaria e procedendo a sud, a est e a nord; i rilievi esagonali raffiguranti le arti si trovano sotto quelli a losanga che illustrano i ‘sistemi’ fondanti dell’umana esistenza. L’ordine delle statue invece, già mutato nel 1464, replica il raggruppamento dei singoli lati del Campanile ma li declina in modo da collocare le celebri figure quattrocentesche al centro della galleria.

14 _Galleria del Campanile

Opere

Galleria del Campanile
Profeti dal lato sud del Campanile di Giotto
Nino Pisano - Aiuto di Andrea Pisano

Profeti dal lato sud del Campanile di Giotto

Profeti dal lato est del Campanile di Giotto
Donatello - Nanni di Bartolo

Profeti dal lato est del Campanile di Giotto

Profeti dal lato ovest del Campanile di Giotto
Donatello - Nanni di Bartolo

Profeti dal lato ovest del Campanile di Giotto