Monumento funebre di Piero Farnese - II secolo (lato posteriore del sarcofago), seconda metà del XIV secolo (1363 - 1390?) (elaborazione araldica)

Monumento funebre di Piero Farnese - II secolo (lato posteriore del sarcofago), seconda metà del XIV secolo (1363 - 1390?) (elaborazione araldica)
Autori
Maestranze Fiorentine - Arte romana
Data
1363-1390?
Tecnica

Scultura/ Pittura/ Doratura

Dimensioni
Altezza: 160 cm ca.; Larghezza: 213 cm; Profondità: 70 cm;

Monumento funebre di Piero Farnese, condottiero al servizio di Firenze morto nel giugno del 1363; la cassa sostenuta da mensole leonine è stata ricavata da un sarcofago romano del II secolo d.C. Il monumento funebre, originariamente collocato nella navata sud della Cattedrale, sopra alla Porta del Campanile, conservava le spoglie di Piero Farnese, capitano dell'Esercito Pontificio e al servizio di Firenze dal febbraio del 1363. Egli era entrato trionfante in città, dopo aver sbaragliato le truppe di Pisa nella battaglia di Bagno alla Vena. Pochi mesi dopo, nel giugno dello stesso anno, morì di peste a Castelfiorentino. Nella volontà di ricordare la sua impresa, Firenze gli dedicò un monumento funebre innovativo e sontuoso: la cassa è sorretta da mensole a testa di leone e riporta sia lo stemma del defunto che i simboli della città, inseriti in un campo di gigli, il tutto coronato da una statua equestre, forse in legno e cartapesta, eliminata nel 1841. Nel 1936, al momento della rimozione del monumento, si scoprì che il fronte della cassa era in realtà il retro di un sarcofago romano del II secolo d.C., raffigurante il mito di Fetonte.

Scopri le altre opere

Sala delle navate
Annunciazione, Jacopo di Piero Guidi (?) e (Giovanni di Balduccio?)
Guidi, Jacopo di Piero (attr.) - Giovanni di Balduccio (attr.)

Annunciazione, Jacopo di Piero Guidi (?) e (Giovanni di Balduccio?)