La Speranza - Tino di Camaino - 1320-1324

La Speranza - Tino di Camaino - 1320-1324
Autore
Tino di Camaino
Data
1320-1324
Tecnica

Scultura

Dimensioni
Altezza: 33,5 cm; Larghezza: 22 cm; Profondità: 23,5 cm;

Lacerto di statua in marmo ridotta al frammento della testa femminile, un tempo personificazione della Speranza, realizzata da Tino di Camaino tra il 1320 e il 1324 (?). Faceva parte del gruppo scultoreo con le Virtù Teologali, in origine collocate sopra la Porta Est del Battistero.

La scultura raffigura una testa femminile girata di tre quarti verso la sua sinistra, con lo sguardo rivolto verso l’alto. Si presenta con un viso pieno e piccole labbra carnose, mentre gli occhi allungati sono socchiusi. I capelli sono mossi, divisi al centro, raccolti e ornati da una corona d'alloro. Secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica la Speranza è la Virtù Teologale che si riferisce direttamente a Dio, per la quale gli uomini desiderano il Regno dei Cieli e la Vita eterna, riponendo fiducia nelle promesse di Cristo. L'iconografia tradizionale vuole la Speranza raffigurata come una giovane donna a mani giunte che guarda desiderosa e paziente verso il cielo.

Scopri le altre opere

Saletta introduttiva - Galleria delle sculture
Due Teste raffiguranti San Giovanni Battista
Tino di Camaino - Scultore fiorentino

Due Teste raffiguranti San Giovanni Battista

Cupoletta emisferica - XVI secolo
Mestranze Fiorentine

Cupoletta emisferica - XVI secolo

Rilievi in marmo e frammenti della Porta della Mandorla del Duomo -  1404 e 1409
Nanni di Banco (attr.) - Lamberti Niccolò di Pietro detto Pela - Donatello (attr.)

Rilievi in marmo e frammenti della Porta della Mandorla del Duomo - 1404 e 1409

Annunciazione per la parte superiore della Porta laterale del Duomo - XIV secolo
Guidi, Jacopo di Piero (attr.) - Giovanni di Balduccio (attr.)

Annunciazione per la parte superiore della Porta laterale del Duomo - XIV secolo