Due Teste raffiguranti San Giovanni Battista

Due Teste raffiguranti San Giovanni Battista
Autori
Tino di Camaino - Scultore fiorentino
Data
1320-1350
Tecnica

Scultura

Due Teste raffiguranti san Giovanni Battista; sono i resti di due sculture in marmo a figura intera, una realizzate da Tino di Camaino, probabilmente tra il 1320 e il 1324 e l’altra da un artista fiorentino nella prima metà del XIV secolo. San Giovanni Battista è una delle figure più presenti nell'arte cristiana. Patrono della città Firenze, la sua raffigurazione è predominante nella decorazione del Battistero, di cui è titolare, dove si vuole sottolineare il ruolo fondamentale svolto dal Battista nel preparare la via per la venuta di Cristo. La testa realizzata da Tino di Camaino faceva parte del gruppo scultoreo un tempo collocato sopra la Porta Sud del Battistero, rappresentante il Battesimo di Cristo, con san Giovanni quasi di profilo colto nell'atto in atto di battezzare il Messia, raffigurato frontalmente al centro; l’altra testa apparteneva al gruppo posto sopra la porta nord del Battistero raffigurante la Predicazione del Battista. In entrambe le teste si può notare una forte drammaticità, che viene dall’intensità e dalla solennità dello sguardo della figura. Gli aspetti più elegantemente gotici di queste sculture si possono scoprire nei sinuosi ondeggiamenti dei capelli e della barba.

Scopri le altre opere

Saletta introduttiva - Galleria delle sculture
Cupoletta emisferica - XVI secolo
Mestranze Fiorentine

Cupoletta emisferica - XVI secolo

Rilievi in marmo e frammenti della Porta della Mandorla del Duomo -  1404 e 1409
Nanni di Banco (attr.) - Lamberti Niccolò di Pietro detto Pela - Donatello (attr.)

Rilievi in marmo e frammenti della Porta della Mandorla del Duomo - 1404 e 1409

Annunciazione per la parte superiore della Porta laterale del Duomo - XIV secolo
Guidi, Jacopo di Piero (attr.) - Giovanni di Balduccio (attr.)

Annunciazione per la parte superiore della Porta laterale del Duomo - XIV secolo