Il modello ligneo della facciata del Duomo, Baccio del Bianco (attr.)

Il modello ligneo della facciata del Duomo, Baccio del Bianco (attr.)
Autore
Baccio del Bianco, Luigi (attr.)
Data
1633-1635
Tecnica

Verniciatura

Modellatura/ pittura

Dimensioni
Altezza: 256,5 cm; Larghezza: 241,5 cm; Spessore: 38 cm;

Il modello ligneo della facciata del Duomo è stato realizzato da Baccio del Bianco nel 1635 in base al progetto dell’Accademia del Disegno. È accompagnato da un disegno a matita e inchiostro e da un dipinto a olio, che voleva anticipare l’effetto della soluzione proposta. Quando il granduca Ferdinando II de’ Medici volle riprendere l’iniziativa della nuova facciata del Duomo, nel 1633, l’Accademia del Disegno si oppose alla messa in opera del progetto ideato quarant’anni prima da Giovanni Antonio Dosio. Gli architetti fiorentini ottennero dal granduca di elaborare collegialmente un nuovo progetto e, dopo molti tentavi, fu deciso che la facciata fosse scompartita in tre fasce e avesse uno sviluppo più verticale. Il modello, realizzato da Baccio del Bianco, illustra anche come sopra la porta centrale fosse previsto un grande rilievo con l’Assunzione di Maria. Questo modello venne approvato e i lavori cominciarono nel 1636; tuttavia, per contrasti interni all’Accademia stessa, la costruzione fu sospesa nel 1638 e l’anno seguente fu del tutto abbandonata.